It’s a big ad

Esistono numerose applicazioni per i droni: probabilmente quella principale è per le riprese aeree, perché è possibile produrre materiale di alta qualità a una frazione del costo rispetto all’uso di un elicottero con pilota. Usare i droni per la fotografia è comune in contesti professionali, compresi molti film con un elevato budget, poiché oltre al risparmio è anche possibile far volare i droni molto più vicini agli oggetti e più vicini al terreno rispetto a un elicottero di dimensioni normali.

La fotografia aerea con velivoli R/C esiste da molto prima che i droni diventassero materiale di consumo, ma la disponibilità di un certo grado di automazione (grazie ai GPS e ai sistemi di controllo di volo) rende la fotografia aerea con i droni sempre più semplice e diffusa. Molte compagnie televisive, compresa la BBC, usano frequentemente materiali raccolti da droni in molti dei loro show. anche in un contesto hobbistico l’uso dei droni per le fotografie è diventato molto popolare, con molti piloti che raccolgono materiali spettacolari in diverse località di villeggiatura.

I multicotteri sono la piattaforma più adatta per i filmati aerei, poiché sono in grado di sollevare videocamere più pesanti e la loro abilità di volare a punto fisso permette ai piloti di catturare angoli e prospettive interessanti. Ci sono molte compagnie di produzione che offrono servizi di fotografia aerea che utilizzano droni.

Nella lontana Australia, alla Carlton Draught, l’hanno capito, e se ne sono usciti con uno dei commercial più epicamente spettacolari della storia.

Esagerazione? Giudicate voi.

Come? Beh si, lo sappiamo… ma ci piaceva lo stesso!

Written by Andrea Maietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *