6 modi in cui i droni stanno rivoluzionando l’agricoltura

La topografia e l’ispezione sono probabilmente le aree più importanti per l’uso commerciale dei droni, che vengono usati per creare mappe ad alta risoluzione da usare per la sorveglianza. Per le applicazioni di questo tipo vanno bene sia i velivoli ad ala fissa sia i multicotteri. Se c’è bisogno di sorvegliare una regione più ampia un drone ad ala fissa è l’opzione migliore, perché vola più lontano e più velocemente. Invece se si deve sorvegliare una piccola area la comodità di poter decollare e atterrare in uno spazio limitato potrebbe rendere un multicottero l’opzione migliore. Un multicottero è anche meglio per alcune attività di ispezione, poiché può rimanere stazionario per ottenere più informazioni.

Uno dei settori in cui i droni si stanno ritagliando spazi sempre più importanti è l’agricoltura: si stima che per  il 2050 la popolazione mondiale raggiungerà i 9 miliari di persone, e gli esperti ipotizzano nello stesso periodo un aumento dei consumi vicino al 70%. In questo contesto, considerando anche i problemi legati al cambiamento del clima, è fondamentale sviluppare strategie rivoluzionarie che ottimizzino la produzione del cibo mantenendo la sostenibilità. I droni possono ricoprire un ruolo cruciale nella realizzazione della soluzione, perché sono in grado di offrire potenzialità da sfruttare sia per il monitoraggio sia per la produzione.

Drones aren’t new technology by any means. Now, however, thanks to robust investments and a somewhat more relaxed regulatory environment, it appears their time has arrived—especially in agriculture.

Sorgente: Six Ways Drones Are Revolutionizing Agriculture

Written by Andrea Maietta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *